Csai e Abarth insieme per i giovani talenti dell’automobilismo tricolore

Scritto da on Dic 11, 2009 | 9 Commenti

091205_AB_formual3

Al Motor Showdi Bologna, nell’area Paddock (padiglione 35), è stata svelata la nuova formula addestrativa Aci Csai Abarth la monoposto che dal 2010 al 2014 farà crescere i giovani talenti per proiettarli verso le serie maggiori, raccogliendo così il testimone dalla Formula Azzurra, la categoria che dal 2005 ha segnato il via del “Progetto Giovani” di Csai.

Un testimone, quello raccolto dalla nuova Formula Aci Csai Abarth, che arriva però da molto più lontano e da progenitrici come la Formula Italia o la Formula Fiat Abarth che a cavallo degli anni ’70 ed ’80 hanno visto sbocciare talenti assoluti, poi approdati con successo in Formula 1, come Michele Alboreto, Riccardo Patrese ed Alessandro Nannini, solo per citarne alcuni.

Nella realizzazione di questa monopostosono stati raggiunti gli obiettivi prefissati. Questo grazie anche al lavoro di Abarth, FPT – Fiat Powertrain Technologies, Tatuusoltre a quello dell’Aci Csai. Obiettivi che erano quelli di creare una formula con una elevato standard di sicurezza, con un costo sicuramente contenuto e garantito per alcuni anni, e con qualità tecniche tali da essere un reale banco di prova per i giovani talenti dell’automobilismo sportivo.

La nuova monoposto-scuola di Aci Csai e Abarh è stata realizzata dalla Tatuus su un telaio in fibra di carbonio, motore FPT Racing 1.4 Fire Turbo da 180 CV sulla base di quello già impiegato nel Trofeo Abarth 500 e trasmissione Sadev con cambio sequenziale a sei velocità.

Il motore 1.4 Turbo prodotto dalla divisione Racing di FPT –Fiat Powertrain Technologies che è proposto in un’inedita versione a carter secco strutturale in alluminio per le monoposto della Formula Aci CsaiAbarth. Si tratta di un 4 cilindri in linea sovralimentato mediante turbocompressore, capace di erogare una potenza massima di 180 CV a 5.500 giri/min e una coppia massima di ben 250 Nm a 3.500 giri/min. Tra le specificità di questo esclusivo motore, da segnalare la pompa di recupero olio a due stadi e il volano di tipo racing con frizione a doppi dischi sinterizzati.

Espressione più evoluta e raffinata di un concetto caposaldo dell’automobilismo italiano, la nuova formula addestrativa nazionale ha già mostrato di poter sopportare in assoluta scioltezza un’eredità di così alto spessore.

A dimostrarlo è la continua crescita di adesioni registrata già a partire dalla gremitissima presentazione progettuale svolta a Monza nello scorso mese di ottobre e ad esclusivo beneficio di team e squadre. Il pacchetto tecnico, sportivo e promozionale sfornato da ACI CSAI, Abarth, Tatuus ed FPT Racing si è mostrato d’altra parte subito appetibile.

A partire dalla monoposto, di nuovissima concezione e studiata per esaltare le doti del motore e garantire i più alti standard di sicurezza. Valori, quest’ultimi, espressi dalla scocca realizzata con gli stessi requisiti di omologazione previsti per la Formula 3, abitacolo predisposto per il collare Hans, cavi di ritenzione alle ruote di ultima generazione, roll-bar elaborato su standard severissimi anche per altezza ed infine massima resistenza del corpo vettura in caso di urti laterali e verticali oltre che frontali attraverso il crash-box anteriore.

Sul fronte sportivo la Formula Aci Csai Abarth si articolerà su 7 appuntamenti in gara doppia della durata di 23 minuti + 1 giro e tutti come sempre seguiti dal programma di tutoraggio previsto da ACI-CSAI attraverso la Scuola FederaleCSAI Velocità con la presenza del direttore Cristiano del Balzo e del pilota-istruttore Raffaele Giammaria.

Con riguardo ai criteri di ammissione il Campionato Italiano, Trofeo Michele Alboreto, sarà aperto a piloti che abbiano compiuto 15 anni di età e massimo 19enni (nati dopo il 31/12/1990, per l’edizione 2010), mentre i piloti nati dopo il 31/12/1990 e massimo 23enni (nati dopo il 01/01/1987) concorreranno al Trofeo Nazionale CSAI. Fatta eccezione per eventuali casi valutati discrezionalmente dalla federazione, non saranno inoltre ammessi i piloti classificati nelle prime tre posizioni finali di campionati formula monomarca 2.000 cc e piloti che abbiano già gareggiato in campionati nazionali di F.3.

Sul fronte promozionale, il montepremi finale prevederà 50.000 euro per il 1° classificato, n.1 motore F3 e n.2 set di gomme a gara per il Campionato Italiano Formula 3 per il 2° classificato ed infine n.2. set di gomme a gara sempre di F.3 per il terzo classificato al quale andrà anche l’iscrizione gratuita al Campionato. Il programma di comunicazione varato da AciSport è in corso di definizione, ma è già prevista la diretta televisiva di tutte le gare ed un’ampia copertura stampa.

SCHEDA TECNICA

Chassis: TATUUS FA010 monoscocca composito in carbonio omologato FIA F.3; Strutture di sicurezza: Crashbox anteriore in carbonio composito omologato FIA F.3, Piantone sterzo omologato FIA F.3, Roll-bar omologato FIA F.3, Cavi ritenzione ruote CORTEX a norma FIA, Cinture di sicurezza OMP a 6 punti compatibili con sistemi HANS; OMP estintore elettrico; Sedile estraibile regolamentare FIA; Carrozzerie: Fibra di carbonio; Ali: Ala anteriore con mainplane e flaps regolabili; Ala Posteriore a 3 elementi con regolazioni; Motore: FPT 414TF 1400cc. turbo – 180 hp con carter secco strutturale in alluminio; Elettronica: MAGNETI MARELLI ECU e acquisizione dati; Strumentazione: AIM, dash board integrato al volante; Trasmissione: SADEV, sequenziale a 6 velocità; Differenziale LSD; Sospensione anteriore: Doppi triangoli sovrapposti con push-rod, Mono-ammortizzatore, Regolazione delle geometrie di camber e convergenza; Sospensione posteriore: Doppi triangoli sovrapposti con push-rod, Doppio ammortizzatore, Regolazione delle geometrie di camber, convergenza, centro di rollio e anti-squat; Ammortizzatori: ORAM, bump e rebound regolabili; Molle: Eibach 36mm x 100mm; Freni: AP, pinze a 4 pistoni, dischi in acciaio ventilati – Pastiglie freno FERODO; Serbatoio: PREMIER, FIA FT3 45 lt etanolo compatibile; Cerchi: Cerchi ATS alluminio Ant 9×13” – Post. 10,5×13” a fissaggio centrale; Pneumatici: Kumho Ant. 180/550R13 – Post 240/570R13; Dimensioni: Passo: 2650 mm, Carreggiata anteriore: 1490 mm, Carreggiata posteriore: 1455 mm; Peso: 550 kg incluso pilota.

Torino 5 dicembre 2009

Luca Rodolfo Auletta

091205_AB_presentazione_formula

9 commenti

  1. Ella ha detto:

    Wunderschön! Bin ich froh, dass du das Tuch behalten kannst, es steht dir nämlich auseczgiehnet! Ich finde deine Bilder auch immer unheimlich stimmungsvoll, allein Der Schnee!! =)Liebe Grüße,Jana

  2. http://www./ ha detto:

    lets go to my room, he was all ready to do it and she was dry as sandpaper and then she explained she already did menopause and could not get wet. I was like WTF and what did you do. He was like I threw her in the shower, did her and tossed her. I was like JC no cougar hunting for me. I mean I like a car broken in not already in the scrap heap. Shore Guy says:June 3, 2010 at 12:22 pmJohn,If anyone here had a cougar in college, I figured you did.

  3. Have to agree with you that it’s very touching. A lot of love in there. A colleague forwarded the same email to me weeks ago.pelf: Yes, it is – in fact, it’s one of the best videos I’ve seen this year 🙂

  4. Vorrei tanto per un solo minuto avere tutto il potere del mondo per ridurre quegli esseri schifosi in polvere che venga poi spazzata via dal vento, per fare in modo che più nessuno subisca quello che subiscono le donne ogni giorno in ogni forma e ad ogni latitudine.Grido vendetta, e piango. Sono stanca di piangere per questo schifo.Consiglio questa lettura “Il silenzio dell’innocenza” di Somaly Mam

  5. Like your new blog – very nice. Look forward to seeing you in October. Also have you tried out your Bamboo pen with any zentangles?

  6. http://www./ ha detto:

    Lou Ferrigno and the challenges life presented him. Hearing impaired and teased because of it? Lift weights and make yourself bigger and stronger. Dad lock the door to your gym? Cut the chains! I’ve taken on every challenge and embraced it from running a marathon to powerlifting to competing in the WSM, and there’s lots more to come!

  7. http://www./ ha detto:

    That’s really shrewd! Good to see the logic set out so well.

  8. http://www./ ha detto:

    Bill,It is interesting to note that Bank of England publications explaining how QE works does not resort to the money multiplier. The mechanism that it describes is a bidding up of asset prices by a portfolio affect of the private sector having too much cash as a result of selling assets to the BoE.This makes private sector feel wealthier and so it spends more.

  9. Oh, Susan! I do not know exactly how I ended up at this post about Laura Ashley, but I am so thankful I did! Biographies are the best! Each person has a life story to tell, so varied and interesting. I had never read anything about Laura Ashley–just admired her taste and products–before reading your account. I love the photo of you in the Laura Ashley dress and the drawing beside it. I have always loved your drawings of that hat. Thank you for writing this.

Lascia un commento